Seleziona una pagina

XII – L’Appeso

«Lasciatemi così. Ho fatto tutto il giro e ho capito. Il mondo si legge anche all’incontrario. Tutto è chiaro».

(Italo Calvino, Il Castello dei Destini Incrociati)

L’Appeso, Arcano XII, è un giovane inspiegabilmente serafico, specialmente considerando che si trova legato a testa in giù per una caviglia, con una gamba piegata dietro l’altra e i polsi dietro la schiena.

L’Appeso una carta profondamente ambigua (che può essere letta anche capovolta), e allude alla vita dello spirito, all’illusione, alla ricettività, all’incertezza e soprattutto alla capacità di trascendere le convenzioni, per osservare il mondo da un punto di vista diverso. Per questo è la nostra carta preferita!